la temibbile gine

20 Mar

arriviamo in zona, piatto di gnocchi per me, piatto di risotto per Maritemu.

Ritrovo miracolosamente il posto dove la mia dottoressa riceve (le cambiano posto di frequente, così uno non si abitua; ora sta in un posto che si chiama ex-sala parto).

c’è una nuova segretaria, un po’ svampita "dopo la visita le chiedo un favore… se può passare di qua e scendiamo insieme alla cassa…" (cioè, c’è gente che non paga e tu scendi con loro per accertarti che sgancino?)

aspettiamo un po’ in corridoio, insieme a una coppietta giovane ggiovane e tttaaaaaaanto innamorata che passeggiavano abbracciati (lei davanti lui dietro), si sedevano abbracciati, e piripì, piripì… li volevo morti.
Quando la dottoressa gli ha detto "ma voi avete la visita alle 17.10… vi siete anticipati…" e loro sono caduti dal pero perchè la piccola genia aveva confuso le 5 del pomeriggio con le 15… beh ho sghignazzato. Perchè io so’ materna, si sa.

Comunque entriamo, e lei
"beh, allora, finalmente!" (ehm… scusa sai…)
"eh già…"
"finalmente avete capito come si fa!" (simpatia!)
"veramente le istruzioni ce le avevamo, ci mancava la materia prima"
"beh, siete contenti, no?"
"eh beh, sì, dopo 44 mesi…"
"44 mesi! Sono tanti! Sono quasi tre anni, no?"
(e dipende da che senso dai tu alla parola quasi)
ci riflette: "no, 12, 24, 36… sono di più! Sono quasi quattro!"
"eh già…" (meraviglie della matematica)
"ma ce l’avete fatta naturalmente o…"
"naturalmente, avevamo iniziato a fare le analisi ma…"
"poi non vi andava di fare le analisi, eh?" (Eh eh. E ride)

segna la data dell’ultimo ciclo, gira una rotella, sentenzia che sono di 6 settimane precise (…sarei di 5 + 6 secondo i miei calcoli, ma vabbè).

"allora, mi faccia vedere le beta…"
gli mostro entrambi i fogli, ma lei legge il primo
"m…. sono bassine…"
"già, infatti io quando le ho fatte l’ho chiamata, ma lei non mi ha risposto"
(non coglie)
Maritemu rinforza "sì, si è agitata tantissimo"
"direi, dopo tutta ‘sta fatica, mi agito sì. Comunque, mi sono consigliata con delle mie amiche [visto che te non c’eri] e le ho ripetute, eccole"

"ah, beh, queste sì. Allora deve aver ovulato più tardi"
"ho ovulato tra il 19 e il 20… il concepimento è tra il 19 e il 21… pero’ certo potrebbe darsi che il picco LH sia relativo al 20 e che l’ovulazione sia stata dopo…"
mentre mi accingo a trovare la radice quadrata di 3, lei taglia corto:
"vabbè, allora questa settimana mi fa un’ecografia per vedere se è tutto a posto e di quanto è"
"ma… veramente… io non volevo farla prima dell’ottava settimana, alcune mie amiche l’hanno fatta prima e non si vedeva nulla, e allora si sono agitate…"
"e invece la fa la settimana prossima, poi mi chiama, e mi dice cosa dicono i risultati"
(vabbè cercherò perlomeno di farla verso la fine settimana)

"comunque, allora, dovrebbe partorire intorno al 15 novembre" …che è poi il compleanno di Olli Bunny, il coniglio più coniglioso del mondo!

poi comincia a prescrivermi una serie infinita di analisi e, su un foglio a parte, le ecografie
"che gruppo sanguigno è?"
"A+"
"ma ce l’ha un’analisi che lo provi?"
"no…"
"e allora lo verifichiamo"

"scusi, io nel 2005 ho fatto le analisi per la rosolia e la toxo… sono immune?"
"sembrerebbe di sì, ma per sicurezza, facciamo un’altra analisi"

E CERTO, IO IL SANGUE LO TROVO SUI MURI.

mi prescrive tutte le analisi che trova, tanto deve solo mettere delle crocette su un precompilato, che je frega a lei?
poi le ecografie.

A parte quella che mi tocca fare la settimana prossima (e in cui a occhio non si vedrà nulla, ma cerco di non pensarci), mi prescrive la translucenza nucale + bitest ( veramente non voleva prescrivermela, visto che abbiamo convenuto di non fare l’amniocentesi, ma io invece ci tengo) più la morfologica e un’altra prima, che però potrei saltare (e sì certo, secondo te sto tutti sti mesi senza vedere niente. ahah), poi più avanti i controlli del cuore di gambero, e poi un tampone "per il parto, vabbè, a lei non serve, però non si sa mai" (e certo, via, tanto il cotton fioc nella patata mica te lo devi fa’ mette tu… come dice la mia collega, in gravidanza la patata diventa un’acquasantiera, tutti ci mettono la mano…)

Poi mi dà i numeri per prenotare in ospedale tutte queste eco "non so se vuole farle in ospedale…" "beh non lo so, in teoria ho un’assicurazione sanitaria che forse queste cose le passa…" "eeeh, allora, non c’è problema, le faccia dove vuole, vada da MagodelleEco…"

MagodelleEco?
Il mondo è piccolo.
Guardacaso, è il ginecologo di una mia carissima amica.
Via, porto la mia acquasantiera anche da lui!

(la prima eco la posso fare dalla mia solita ecografista all’aied, dice)

poi mi chiede se voglio fare il corso preparto (sì) ma aspetta a segnarmelo perchè prima devo decidere dove partorire.

"perchè una mia amica ha partorito qui [e tu le hai sbagliato la sutura – ma questo non lo dico] e mi ha detto che il nido è al piano di sotto…"
"sì, questo è vero"
"e che non ti portano il bambino, quindi o scendi, o non lo vedi…"
"vabbè, ma è solo per 24 ore!" [come prego?]
"24 ore?!"
"eh sì, perchè non vogliono le mamme con le flebo, quindi siccome il primo giorno lei ha le flebo e il catetere, non può scendere"
"…ma sono cattive!"
"sì, cioè no, cioè sì, sono anche acide, ma il problema è che sono poche."

e ho capito. Ma 24 ore sono 24 ore. Ah, e il papà non può toccare il bambino finchè non si esce tutti dall’ospedale.

"lei mi aveva detto di prendere la cartella clinica, perchè mi serve per il parto cesareo che dovrò fare per forza… [altra storia, altro post]
"sì, perchè è stata tagliata la cavità… ma chi l’ha operata?"
"lei…"
"ah io?" [e no, vedi te, io con un coltello dello Chef Tony. Sì, eri tu in laparotomia e un tuo socio in isteroscopia, non ci siamo fatti manca’ gnente]

poi mi visita, il collo dell’utero è chiuso, che mi faccia male il seno per lei è un gran bene (tanto fa male a me) e via.

poi le ho fatto buona parte delle domande che avevo (no, non posso fare gli addominali, il pilates con cautela, dei farmaci che prendo devo chiedere al Telefono Rosso e se mi viene l’allergia m’attacco perchè la fitoterapia non è testata), mi ha misurato la pressione (110/60),detto di prendere il buscopan se mi sento stressata o se ho una giornata lunga al lavoro, detto che posso prendere la valeriana.

Le ho chiesto, incauta, dei suggerimenti alimentari "perchè sa, ho perso un chilo e mezzo, ma sono pur sempre a 99…" sgrana gli occhioni "non si vede, eh?" "eh no, se li porta bene…" mi ha pesato (la sua bilancia fa 700 grammi meno della mia, alè),

Mi ha detto di chiamarla a casa in serata, perchè sul cellulare le scoccia, di usarlo solo per urgenze [tanto non risponde…]
"in serata… da che ora a che ora?"
"in serata"
"ok… e il numero?"
"…il numero ce l’ha, ce l’ha"
"ma veramente… no"
"ma sì che ce l’ha…"
"…vabbè, facciamo che l’ho perso, me lo ridia!"

poi ci ha congedato dicendoci di fare i bravi e di chiamarla in settimana con i risultati dell’eco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: