Ada is back!

11 Dic

Approfittando di una “sfida” su un forum di internet, che consiste nel cucinare tutte uno stesso piatto, e del fatto che, questo mese, il piatto sia “vermicelli con le vongole”, vado a rispolverare il mitico “talismano della felicità” di Nonna (1935 circa) per vedere cosa dice Ada in merito. Io seguo sempre la sua ricetta, e mi trovo bene. Ma, come al solito, non è cosa dice, ma come lo dice!

I veri vermicelli con le vongole sono facilissimi [te pare], ma non tutti [ecchela], specie i non napolitani [napolItani, yeah] li sanno cucinare a perfetta regola d’arte.
Questi vermicelli non tollerano elementi estranei di nessun genere: non debbono essere fatti che con olio, un po’ d’aglio, vongole e pomodoro; e soprattutto niente acciughe [disgraziata, t’ho visto a casa, che ci volevi mettere le acciughe!!!], che taluni erroneamente aggiungono. [Ada è magnanima, dice “erroneamente”, ma lo sa, che le aggiungono perché sono cattivi]
Per riuscire bene, bisogna che i vermicelli abbondino in sugo e in vongole.
Per quattro persone noi vi consiglieremmo quindi un chilogrammo di questi saporitissimi frutti di mare.

[attenzione: ora parte il trip di Ada. La renofobia]

Un nemico capitale da evitare a qualunque costo è la rena; quindi prima di ogni altra cosa mettete le vongole in una catinella piena d’acqua e lavatele energicamente. Fatto ciò, passatele in una padella piuttosto grande con una cucchiaiata d’olio, copritele e mettetele sul fuoco.
Fate saltellare [hop! hop!] le vongole affinché possano sentire tutte ugualmente il calore. Vedrete che in due o tre minuti saranno aperte.
Levate allora la padella del fuoco [non ho sbagliato io; Ada leva la padella DEL fuoco. Era la sua.] e aiutandovi con un cucchiaino staccate a una a una le vongole dal guscio. I gusci li getterete [no! Perchè! Volevo farmi una parure!], le vongole le raccoglierete in una scodella.

Se vi accorgeste che le vongole contenessero ancora molta rena [fischia, ma cos’è, le pescavano nel deserto?! E comunque non potevi spurgarle prima, invece di lavarle con energia e basta?] potete lavarle un’altra volta [dopo cotte?!] con un ramaiolo d’acqua appena tiepida, poi tirarle su e passarle in un’altra scodella pulita [perché vi conosco, voi cretine: sareste capaci di lavarle e poi rimetterle nella sabbia, inventando il moto perpetuo]

Quando avrete sgusciato tutte le vongole, vedrete che nella padella sarà rimasto un abbondante liquido dall’aspetto torbido. Guardate di non gettarlo via [cretine] perché è appunto quello che darà profumo alla pietanza. Prima di adoperarlo però voi dovrete aspettare un pochino, per dar modo alla rena […pensavate di esservene liberate? ah, ah, illuse!] di posarsi sul fondo della padella. Soltanto allora inclinate leggermente questa, decantate il sugo in una tazza, avvertendo che il fondo terroso [terroso!! ter-ro-so!!] rimanga nella padella [perché voi siete sempre le cretine che lavano le vongole e poi le mettono nella sabbia, ricordiamolo]

Dopo questa operazione principale, prendete un tegame di terracotta o una padella o anche una casseruola di rame, ove metterete mezzo bicchiere d’olio e uno spicchio d’aglio [che nuota]. Portate sul fuoco, e appena l’aglio incomincia a soffriggere toglietelo, e aggiungete tre o quattro cucchiaiate di salsa di pomodoro in barattolini o un chilogrammo abbondante […….o quattro cucchiai o un chilo e due. Uguale] di pomodori freschi passati al setaccio.
Condite con sale e pepe, aggiungete il sugo delle vongole, un pochino d’acqua, se ce n’è bisogno, e fate cuocere la salsa. Quando questa sarà addensata aggiungete le vongole, e lasciatele bollire per due o tre minuti, affinché non induriscano troppo.

Avrete intanto [eh, cretine, tutto vi devo dire] messo a cuocere la quantità di vermicelli necessaria – per quattro persone circa mezzo chilogrammo. – Teneteli piuttosto duri di cottura, scolateli, conditeli con la salsa preparata, finiteli con un pizzico di pepe e una cucchiaiata o due di prezzemolo trito.

Nel 2010, in cui la rena non è così da incubo, viene anche bene…

Annunci

Una Risposta to “Ada is back!”

Trackbacks/Pingbacks

  1. e anche la variante… « dabogirl - 4 marzo 2012

    […] quattro persone occorreranno, come si è detto più sopra [qui è più sotto, vabbè] un chilogrammo di vongole. Risciacquatele energicamente e passatele in una padella […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: