un piattino estivo

20 Lug

E’ estate. Fa un caldo delirante.

Niente paura, Aduccia vostra vi insegna una ricettina estiva.

Zucchine ripiene di carne

Generalmente si calcolano un paio di zucchine a persona.
Bisogna che le zucchine siano piccine [ma certo, riempi di carne uno stuzzicadenti anche tu], e molto fresche.

Per vuotare le zucchine c’è un apposito utensile di latta o di ferro, il cui uso è così comune che crediamo non ci sia bisogno di spiegazioni [cretine mentecatte che manco uno scavino per zucchine sapete usare]
Vuotate 10 zucchine [perché, in nome del Cielo, hai deciso che siamo cinque a tavola, Ada?!] del peso di circa 100 grammi l’una, facendo attenzione di procedere con garbo [e non con le vostre solite manone inette e maldestre] affinché il vuota zucchine non intacchi l’esterno delle zucche.

Quando le avrete vuotate tutte, preparate il ripieno [e veloci, debosciate]

Preparate due ettogrammi di carne magra di manzo e tritateli. Raccogliete la carne pestata [SCIAK! SCIAK!] in una scodella ed uniteci un uovo intiero, due cucchiaiate di parmigiano grattato, un pezzo di mollica di pane come un grosso uovo, tenuta in bagno nell’acqua e poi spremuta, qualche pezzettino di prosciutto [chè se no è troppo banale…]

Impastate bene il tutto e riempite le zucchine.

Prendete una teglia in cui le zucchine possano stare comodamente in un solo strato, metteteci una cucchiaiata di strutto [eh beh. Potrebbe mai mancare lo strutto? Giammai. Orrore e raccapriccio.] o la terza parte di un panino di burro [che a seconda di quanto pesa il panetto di burro in questione, potrebbero anche essere quasi 170 grammi di burro, eh], un pochino di cipolla, tagliata fine, un pochino di prezzemolo, e un po’ di grasso di prosciutto tritato [eh, sì. Ci vuole. Se no non potete incontrare Raffaella Carrà e il Danacol].

Quando il tutto avrà preso una bella colorazione bionda, aggiungete un paio di cucchiaiate piuttosto colme di salsa di pomodoro. Sciogliete con un ramaiolo o due d’acqua, condite con sale, pepe, e quando il sugo avrà bollito qualche minuto ponete le zucchine nella teglia. Mettete la teglia su fuoco moderato, copritela con un coperchio, sul quale metterete anche

 

un po’ di brace.

 

NNNOOOOOOOOOOO!

NOOO! ADA, EBBBASTA!!

FATTENE UNA RAGIONE, NON CE L’HO UN FALO’ NEL MEZZO DELLA CUCINA, DA CUI PRENDERE TIZZONI ARDENTI A PIACIMENTO! EBBASTA! BASTAAAA!

 

Ahem

 

Dicevamo.

 

Continuate così la cottura per circa un’ora, ma sempre dolcemente [con le braci sul coperchio…]

Il sugo dev’essere in principio piuttosto diluito [eh beh, due cucchiai di pomodoro in due ramaioli d’acqua…] in modo da ricoprire quasi le zucchine. Se si restringesse troppo presto, aggiungerete, durante la cottura, dell’altra acqua […e chiamiamole zucchine lesse, e non se ne parli più]

 

Perché questo piatto possa dirsi riuscito, è necessario che le zucche [s’era detto zucchine, Ada; ricomincio da capo?] risultino ben cotte senza tuttavia essere disfatte, e il sugo sia abbondante, denso [ma se c’ho messo sette ettolitri d’acqua!]e saporito. Potrete anche cuocerle in forno leggerissimo.

 

Ok, ma con o senza braci sul coperchio?

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: