vent’anni fa, eppure oggi.

24 Nov
20 anni fa…
Ero liceale… qualche giorno prima un mio amico mi aveva detto “ma lo sai che Freddie Mercury ha l’AIDS?”
Ne fui – ovviamente – tristissima (peraltro eravamo tutti molto addentro al tema perché la sorellina di una mia carissima amica era sieropositiva) ma commentai “non me ne stupisco, purtroppo”
Era stato così sessualmente “flamboyant” e libero, in un’epoca in cui le precauzioni si pensava servissero solo a non rimanere incinte… era possibile che succedesse.
Poi morì. Piansi come se mi fosse morto un parente. Avevo 17 anni e da più di metà della mia vita (grazie a mio fratello) ascoltavo i Queen, tanto da distruggere fisicamente una musicassetta (Live Killers) per il troppo uso.
Litigai ferocemente con un compagno che ci prendeva in giro “eeh, ma mica è morto Mozart, era solo uno che suonava un po’ bene la chitarra” che insomma, se manco sai chi diamine sia Freddie Mercury, almeno abbi il buon gusto di tacere.
Poi tornai a casa, aprii il mio armadio, nella cui anta c’era un grande calendario a parete di Lupo Alberto (…non avevo pareti libere).
Scrissi
"oggi è morto Freddie Mercury. Esattamente un mese fa è morto Gene Roddenberry…
 mi sento come una palma a cui abbiano tolto l'isola da sotto le radici".
 
Magari non è poesia da Nobel, ma esprimeva perfettamente come mi sentissi.

Mi sento ancora un po' così.

Non penso siano morti i Queen, con lui, ma di sicuro un po' di musica è morta.
 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: