Tag Archives: gurupediatra

la professionista

4 Mag

io, una professionista (…a girl can dream, can’t she?) in viaggio di lavoro, a Milano. Mentre aspetto di prendere il treno del ritorno, faccio un po’ di sano shopping scaccia-senso-di-colpa, prendendo magliettine e giacchetto jeans per la piccoletta, che due giorni fa mi ha cacciato di casa (dopo aver giocato invano la carta “Mario Merola”) dicendo che “etto ooozo no puoi pottare a scuola, toiiilo” [questo orologio non puoi portarlo a scuola, le conosci le regole; toglilo subito] e “etti ettìti mi danno ‘atti’io, bai bia” [maaaaammma mia, ma che ti sei messa addosso? Questi vestiti fanno orrore, cara! Senti, vattene, mi dai fastidio agli occhi]

improvvisamente, squilla il cellulare.

Guardo il display.

è l’asilo.

Molto bene.

Mi ero scordata di non essere l’unica professionista di casa.

C’è pure maritemu, professionista della formazione post universitaria e del carreer coaching.

E pure MustelaPandala, professionista della malattia a tradimento.

“Pronto?”

“Pronto, Chiara? Sono L’Angelodellemamme [dicasi la coordinatrice dell’asilo, che indubbiamente sarà quella che più mi mancherà, l’anno prossimo]. Volevo dirti che Mustela ha delle brutte bolle”

Io ho anche fatto la splendida, perché quando son partita aveva due bolle, una per narice, che mi sembravano tipiche dell’intossicazione alimentare (perché Mustela è così, prima mangia pure i tavolini, poi fa esplodere bolle qua e là)

Poi ho ringraziato per l’avviso e detto che avrei fatto in modo di farla uscire un po’ prima da scuola (anche se, con buona pace dei frecciarossa, non ce l’avrei mai fatta ad andare lì in dieci minuti… ci sarebbe andato il papà alle 17.30…) e di farla visitare dal pediatra.

Più tardi nel pomeriggio, maritemu ha portato l’infida bambina dall’aria innocente nel suo luogo di ritrovo preferito (…lo studio di gurupediatra) da cui, oggettivamente, mancava da un po’.

Poi mi chiama “…dice che è varicella, leggera, ma varicella”.

Allora.

Guru.

Famo a capisse.

Io ti adoro e tu lo sai.

Ma ti ricordo che sono TRE volte che diagnostichi la varicella a Mustelapandala.

Una volta era un’intossicazione alimentare (che ho curato con l’omeopatia), un’altra era un’infezione batterica della pelle (pomatina), e ora… questa.

Poi te, MustelaPandala.

Famo a capisse.

Io ti adoro e tu lo sai.

Ma ti ricordo che io, per vaccinarti contro la varicella, ho speso 80 euro (…rimborso? what’s rimborso?)

E ti ricordo anche che fra poco è la festa della mamma, e tu hai un’ingloriosa tradizione di malattie anti lavoretto.

No, ma vedete voi, eh.

Sono andata a casa, e la piccola appestata, a parte essere stranamente inappetente, m’è sembrata di discreto buon umore.

Non ha febbre, ha una bolla di zanzara sulla coscia, quattro bolle non identificate sulla pancia.

In faccia, oggettivamente, fa impressione, è piena di bolle piatte rosse, soprattutto sul lato destro del viso e sugli occhi.

Sono combattuta.

Da un lato, se è Varicella, ululo alla luna per tre giorni, alternando gli ululati per gli 80 euro buttati a preghiere acciocché non si manifesti nessuno degli effetti nefasti che mi terrorizzano (tra cui: cicatrici… problemi polmonari… predisposizione all’herpes e a malattie anche serie…)

Dall’altro, se non è Varicella, mi tocca litigare con Guru, e non è bello.

Solo una cosa è certa.

Mai dubitare che, in fatto di malattie, MustelaPandala sia una professionista.

 

***aggiorno***

Visto che con i farmaci appositi, le bolle stan diminuendo, pare avesse ragione guru.
L’ho chiamato il secondo giorno perchè non cambiava nulla (non aumentavano né diminuivano), e mi ha detto “segnora, siccome la bambina è stata ssssicuramente vacinata, babene, questa è una forma atipppppica de varicella, e queste sono tutte le bolle che avrà”

ora, poverina, ha un gran fastidio agli occhi, ma con la pomata omeopatica va meglio

Annunci

vada tranquilla…

18 Mag

Señora, secondo me può partire…
"anche se vado a un convegno?" (ahem)
"ma sssì señora… tanto ormai pure se ha una bbbrutta gola ha solo una febricola dovuta alle placche… certo, sempre che questa notte questa bambina non abbia un febbrone da cavallo, ci ha abituato a di tutto…"

Ecco. Ora sono più tranquilla, dottore.

what’s in a word…

27 Apr

io: buongiorno dottore, sono la mamma di Mustela Pandala…

gurupediatra: [pausa significativa] sì señora, me diga.

io: volevo dirle che ieri sera dopo due ore da antipiretico e antiinfiammatorio Mustela ha avuto 39…

gurupediatra: [chiaramente pensando: caz… poffare!] sì señora, è una brutta virosssi.

io: ah, ok, è la virosi, quindi non è che serve vederla per controllare che non siano placche…

gurupediatra: beh, se ha anche altri sintomi come una tosse molto forte, me la porti señora… perchè vede, señora,

sua figlia è una bambina MOLTO SENSIBILE.

Vedi a volte il potere delle parole?

Io avrei detto "difettata".

39…

27 Apr

prendi un’untrice sotto i giorni di festa.
Falle avere un 37.3 solo la sera, così, per gradire.
Dalle l’energia per correre come una pazza di qua e di là, andare al maneggio, scoprire che quelle cose mastodontiche di fronte a lei dopotutto somigliano alle foto che ha nei libri e quindi sono cavalli (…la faccia che ha fatto quando ha capito… e subito dopo si muoveva come se andasse a cavallo, come a dire “ho capito! Eureka!”)

il martedì dopo pasquetta, per una precauzione tutta tua, lascia l’untrice alla nonna, a fronte di un modesto 37.5

Lascia che la nonna la porti dal gurupediatra che dice “señora, ha la gola molto rrrrosssssa, sua filia ya conosce la terapppia, le dia le suppostedaldiametroimmenso due volte al giorno, lo sciroppoperlatosse e se la febre va sopra i 37.5 l’antipiretico arancione.”

esegui.

E due ore dopo la supposta di anti infiammatorio e lo sciroppo gusto fragola dalla confezione arancione, senti l’untrice che si lamenta.
Vai lì e la trovi di un gradevole punto di bordeaux.

la spogli scottandoti le mani, misuri la febbre.

E mentre corri a farle le spugnature di acqua di colonia ostentando indifferenza per non agitare la piccola stufa, ti ritrovi a cantare questa canzone:

 

anno nuovo vita nuova…

3 Gen

stufetta vecchia.
sto aspettando che si faccia un’ora decente in Centroamerica per chiamare il Gurupediatra, visto che non so se è tornato.
Se non è tornato chiamo la sostituta, che non posso fare a meno di chiamare "ragazzetta" perchè ha 5 anni meno di me. Come sono vecchia.

non mi va manco di parlarne.

Come dice la mia amica Seavessi, il Signore mi ha dato una figlia "per solutori più che abili".
In realtà, guardando il lato positivo tirando fuori la Pollyanna che si cela dentro di me, dai, potrebbe essere molto, ma molto, ma molto peggio.

Invece ho una figlia deliziosa, ancorchè appestata, che alla domanda "com’è MustelaPandala?" risponde, fiera "baaaavvvvvvvaaaa"

(che vorrebbe dire "brava". Non che assomiglia alle secrezioni di una lumaca)

dagli all’untrice

16 Dic

15 dicembre, ore 16.50.

Scinti è davanti alla porta dell’asilo, felice, a riprendersi la creatura. Già ha in programma di comprare nuove verdure per il passato, e andare in farmacia a ritirare lo Sciroppetto AlzaDifese (Parevero) ordinato.

Pigia il pulsante del campanello. In contemporanea, dalla sua borsa, partono le prime note di "Tell me Something Good" cantata da Matthew Morrison di Glee (…dicasi suoneria / rito propiziatorio)

Scinti guarda il cellulare: chi osa disturbarmi mentre sto per abbracciare mia figlia?

Oh, toh.

L’asilo.

Scinti apre la porta e dice "sono qui, che succede?"
(e che potrà esse successo? Ancora che chiedi?)

"vedevamo MustelaPandala un po’ strana, le abbiamo misurato la febbre, ha 38. Le abbiamo già dato la SuppostinaPanacea"

aaargh

ok.
niente panico.

Mentre aspetta che gliela la portino, Scinti chiama la baby sitter chiedendole se domani (oggi) e venerdì può stare con l’untrice. Può. Meno male, perchè la nonna parte per la Tunisia e non può. [edit: non era la Tunisia, era Milano. Per la Tunisia è partita dopo. Sono una sul pezzo]

Poi Scintilla scandalizza la maestra che le porta MustelaPandala (che ride, l’infame) dicendo alla creatura: "ma stai sempre male, amore? Non è possibile, mamma ti cambia con una sana!"

Infine, caricata la creatura semidelirante sul passeggino, chiusa ben bene nel piumino, copertina del passeggino, copertina di plastica del passeggino, chiama il gurupediatra. Risponde la gurusegretaria.

"Sì segnora, me diga"
"e che le dico? Ha la febbre alta. Non mangia da un po’ di giorni, quindi vorrei controllare che non abbia le placche, tanto di sicuro è faringite"
"sì segnora, però me deve Benire prima delle sei"
"sì, guardi, son già per strada"

per strada un cavolo: blocco enorme del traffico, supplica l’autista di farla uscire, corri col passeggino come una matta.
(ah no: prima, sull’autobus, guarda tua figlia passare dalla modalità "oh guarda, le luci di natale" a quella "occhi chiusi, inerme", controlla se respira con il metodo G.A.S. appreso al corso di rianimazione)

arriva dal pediatra, MustelaPandala dopo il riposino è sprintosa e gioiosa.
Scinti le dice "non c’è niente da ridere, fai vedere che stai male!"

il pediatra la visita: non ha niente nei polmoni (tanta tosse ma "alta") ma ha una "virosssssi alla gola, segnora. Ya conosce la terapppia."

e infatti la conosco.
Aggiungelo SciropponeSedativoperlaTosse, e Scinti "scusi, ma ho letto sul bugiardino che non si può dare sotto i due anni"
e lui "è per quello che se chiamano bugiardini, segnora. Me prendo la responsabilità de prescriBerlo" [ma io, riottosa, mica gliel’ho dato. Via, di SciroppoOmeopatico, che funziona e non seda]

Poi mi ha detto "segnora, purtroppo questa bambina ha una morbilità elevatissima"

Ma dai? Non avrei mai detto.

e comunque, il gurupediatra se ne va due settimane in sudamerica, tutto felice.
Non mi sono attaccata alla sua caviglia solo perchè nel frattempo è arrivato il marito.

In tutto questo ieri sera aveva 37.5, le ho dato il nurofen, stamattina alle 5 era in modalità stufetta con 39… quando sono uscita era di nuovo a 36.6
spero non le vengano le placche e non mi tocchi passare all’antibiotico. Chè già ha un dente che mi sembra a chiazze (bianche e più trasparenti)

E spero anche che il sostituto del gurupediatra, stavolta, sia un pediatra e non una neolaureata non specializzata e anche cretina, come l’anno scorso.