Tag Archives: life journey

Protetto: OH MY!

8 Mar

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Protetto: as Aragorn would say…

8 Mar

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Day of The Dead

2 Nov

bimba morta small
Originally uploaded by dabogirl.

I visited the Paesenatio cemeter yesterday, as I usually do in this time of the year.
I love wandering round the silent, quiet streets among the graves, especially with my mother explaining me a bit of the City History… bits of anectodes, funny stories, sad stories… a bit like “Spoon River Anthology”.

Yesterday I was even more happy because dear husband was there with me, so I was able to tell him some stories I loved to hear…
and I had the chance to introduce him to the “dead girl” – a tombstone of a girl died in 1915 at the age of 4, falling on the stairs at school.
Family Photographs were not so common in that years, so her parents had to shoot a picture of her as a corpse.

I’ve been visiting her for 32 years… first I was somewhat scared, then fascinated, then it became sort of a family friend to me.
Yesterday, I motherly caressed her picture.

Times change!

so long, Angela!

5 Ott

mercoledì scorso, sera.
Mi chiama Angela, la mia signora delle pulizie.
Io penso che – come al solito – voglia darmi buca all’ultimo momento.
E invece no. O invece sì, insomma non so bene.
Mi vuol dire, con ben un giorno di preavviso, che dopo quel giovedì non verrà più, perchè ha trovato un altro lavoro.

“Va bene” dico io, per niente impressionata. In fondo, Angela prima del matrimonio mi ha mollato per un mese senza venire, sempre avvertendo all’ultimo secondo, sempre con una scusa più improbabile dell’altra.
Nel frattempo, però, ha trovato modo di scassarmi il frigo causandomi la perdita di prodotti Lush ed alimentari di inestimabile valore.
Va be’ che tutti i mali non vengono per nuocere, chè il vecchio frigo sembrava un trattore in salita e invece questo è silenzioso, però, still.

Mpf.

Tornando alla conversazione telefonica, Angela c’è quasi rimasta male che io non mi sia strappata i capelli. Se ne facesse una ragione perchè non me li sono strappati.

Mi ha chiesto “ma per le chiavi come faccio?”
“lasciale lì e chiudi la porta solo tirandola dietro”
“ah, basta così?”
no, stai a vedere che mi prendo le ferie per venirti a chiudere la porta. E magari aggrapparmi alla tua caviglia urlando nooo, non mi lasciare!
“sì, basta così. Non dovranno mica venire proprio domani, i ladri?”

pausa imbarazzata

“ho trovato un lavoro, avevo fatto la domanda tanto tempo fa, in una scuola”
“bene, sono contenta per te”
“…vicino a casa”
“bene”

poi io e Maritemu le abbiamo lasciato un bigliettino: “in bocca al lupo per tutto”.

Se lo sapevo prima, lasciavo perdere un po’ flylady e le lasciavo un casino da matti.
Invece era tutto in ordine e lei non ha nemmeno stirato tutte le camicie.

So long, sweetie.