Tag Archives: scintimassaia

Scintimassaia e i diritti civili

6 Lug

sabato il marito di Scintimassaia esprime il desiderio di andare ad approfittare dei saldi da auchan, per acquistare delle polo ed altre cosette.

Scintimassaia acconsente, ma mette le cose in chiaro: la frutta e la verdura sfuse non si comprano da Auchan, perchè hanno un prezzo esorbitante e non sono di qualità come quelle di Kaled, il suo fruttarolo personale.

"guarda là!" esclama, scuotendo la testa "i pomodori a grappolo arrivano dall’Olanda! Olanda, ti rendi conto?!"

il marito strappa quindi la concessione di acquistare solo i pomodori necessari a superare il weekend.

Scinti si guarda intorno, e trova la sua variante di pomodori preferita: i Cuori di Bue. Il prezzo è un po’ alto, ma passi: 1 euro e 89.

Va alla bilancia, pigia il tasto 86, la bilancia dice "pomodori cuore di bue"… peso 1Kg… costo…. DUE euro e ottantanove.

Nella testa di Scintimassaia parte questa musica

comincia a dire "e certo! Loro puntano sul fatto che la gente non se ne accorga, magari non hanno preso un Kg preciso di roba… e certo! Un euro di qua, uno di là… eh, so’ boni tutti, così".

Prende il marito sottobraccio "dobbiamo armare un casino! Trovami uno del personale!" il marito, terrorizzato, lo trova.

"Senta scusi, ho preso i pomodori cuore di bue, un euro e ottantanove, sono andata a pesarli, e la bilancia dà un euro in più. Che devo fare?"

"è sicura?"

la musica nella testa di Scintimassaia diventa questa

"certo che sono sicura. Guardi". Lo porta vicino al cartello "a parte che 2.89 per dei pomodori sarebbe comunque una follia, ma il cartello parla chiaro. La bilancia ruba un euro"

intimidito, il giovane inserviente modifica i dati nella bilancia, tira fuori un’etichetta, e dà i pomodori – al giusto prezzo – alla vittoriosa ScintiMassaia.

è un piccolo passo per Scintimassaia, ma un grande passo per i diritti civili delle massaie distratte.

Annunci

so long, Angela!

5 Ott

mercoledì scorso, sera.
Mi chiama Angela, la mia signora delle pulizie.
Io penso che – come al solito – voglia darmi buca all’ultimo momento.
E invece no. O invece sì, insomma non so bene.
Mi vuol dire, con ben un giorno di preavviso, che dopo quel giovedì non verrà più, perchè ha trovato un altro lavoro.

“Va bene” dico io, per niente impressionata. In fondo, Angela prima del matrimonio mi ha mollato per un mese senza venire, sempre avvertendo all’ultimo secondo, sempre con una scusa più improbabile dell’altra.
Nel frattempo, però, ha trovato modo di scassarmi il frigo causandomi la perdita di prodotti Lush ed alimentari di inestimabile valore.
Va be’ che tutti i mali non vengono per nuocere, chè il vecchio frigo sembrava un trattore in salita e invece questo è silenzioso, però, still.

Mpf.

Tornando alla conversazione telefonica, Angela c’è quasi rimasta male che io non mi sia strappata i capelli. Se ne facesse una ragione perchè non me li sono strappati.

Mi ha chiesto “ma per le chiavi come faccio?”
“lasciale lì e chiudi la porta solo tirandola dietro”
“ah, basta così?”
no, stai a vedere che mi prendo le ferie per venirti a chiudere la porta. E magari aggrapparmi alla tua caviglia urlando nooo, non mi lasciare!
“sì, basta così. Non dovranno mica venire proprio domani, i ladri?”

pausa imbarazzata

“ho trovato un lavoro, avevo fatto la domanda tanto tempo fa, in una scuola”
“bene, sono contenta per te”
“…vicino a casa”
“bene”

poi io e Maritemu le abbiamo lasciato un bigliettino: “in bocca al lupo per tutto”.

Se lo sapevo prima, lasciavo perdere un po’ flylady e le lasciavo un casino da matti.
Invece era tutto in ordine e lei non ha nemmeno stirato tutte le camicie.

So long, sweetie.